Gallina Moroseta

Scoprite

Gallina Moroseta

molto antica e si pensa sia arrivata dalla Cina

La razza Moroseta è una razza molto antica e si pensa sia arrivata dalla Cina, anche se altri ritengono provenga dall’India o addirittura dalla costa occidentale dell’Africa (probabilmente per la sua pelle di colore nero, motivo per il quale fu anche detta inizialmente “pollo della Guinea o del Mozambico”).
Ma la Moroseta, come dice la parola, non ha solo la pelle di colore nero, ma anche un piumaggio serico e setoso che identifica la sua provenienza quasi sicuramente dalla Cina, dove già ai tempi di Marco Polo era conosciuta come animale ornamentale: “Esistono galline che non hanno piume, ma pelle con pelo nero come quello di un gatto, e che sono completamente nere e grasse, tali da essere una cosa strana da vedere. Esse fanno eccellenti uova come quelle del nostro paese e sono molto buone da mangiare.”
[tratto dal libro “La Moroseta”, di Matthieu Leuridan]

Dunque, è molto probabile che nei secoli, lungo la prolifica “Via della Seta”, grazie al florido commercio tra Oriente e Occidente, siano stati anche importati in Europa molti esemplari di quelle galline così strane; e solo verso la fine del XIX secolo le Moroseta fecero la loro apparizione anche in America e in Australia, dove ebbero fin da subito grande successo (conosciute oggi anche con il nome di “silkie” = “setosa”).

La Moroseta nana ha invece un’origine esclusivamente europea, olandese per la precisione, e fu “miniaturizzata” soprattutto per motivi di ingombro e spazio.

Sia la Moroseta grande che la Moroseta nana hanno un corpo di aspetto raccolto e arrotondato, coperto di sottili piume vaporose, con un ciuffo “cotonoso” sulla testa e zampe anch’esse piumate… delle vere e proprie palle di piume morbidose da coccolare!  ?
In entrambe le varietà, la sotto-razza con barba (dove i bargigli sono quasi assenti) ha trovato grande diffusione, forse perché ha un piumaggio ancor più abbondante e serico.

La Moroseta e il suo particolare piumaggio serico

Questo incredibile e caratteristico piumaggio serico delle Moroseta è dovuto all’assenza degli uncini nelle barbule delle piume, che negli altri uccelli determinano appunto il caratteristico e usuale manto compatto.
Nel caso delle Moroseta, appunto, mancando gli uncini, le barbule sono disunite e disordinate (l’immagine sotto è molto esplicativa) e il risultato, sia alla vista che al tatto, è di un manto molto più soffice, setoso e morbido rispetto alle altre razze avicole e agli uccelli in generale.

Moroseta: il melanismo nero e l’origine del nome

Altra caratteristica che contraddistingue le galline di razza Moroseta è il melanismo nero che è possibile osservare su pelle, faccia, bargigli e cresta, e che si estende anche a ossa e carne (solo gli orecchioni sono turchesi); anche nel caso dell’esemplare di Moroseta più diffuso, quello di colorazione Bianca, tale melanismo nero è presente.

Proprio da queste due particolari caratteristiche sopra illustrate (il piumaggio serico e il melanismo nero) deriva il nome di questa razza, ovvero ‘moroseta’ = moro (in quanto nera) + seta (in quanto serica). Anche la denominazione utilizzata nei paesi anglosassoni, Silkie, si riferisce alla sua caratteristica più evidente: la setosità del piumaggio.

Altra curiosa caratteristica di questa specie è il numero di dita pari a 5 (invece delle 4 dita comuni nella maggior parte delle razze di galline).

Gallina Moroseta: allevamento e alimentazione

Le galline Moroseta sono una razza rustica e resistente (erano infatti in grado di sopportare gli inverni gelidi nel deserto della Mongolia), ma dobbiamo stare attenti a umidità e pioggia; le piume seriche (setose) della Moroseta infatti non sono impermeabili e dunque queste galline non dovrebbero stare all’aperto in caso di brutto tempo (il loro straordinario piumaggio sembra quasi somigliare di più alla pelliccia di un qualche mammifero, ad esempio a quella di un gatto a pelo lungo, piuttosto che al manto di un uccello).

Le Moroseta sono una razza di galline docile e dolce (sono veramente irresistibili; vederle e toccarle equivale a desiderarle in giro per casa ed è difficile non riuscire ad immaginarsele appollaiate sul divano del salotto), sicuramente adatte anche agli allevatori alle prime armi, pronti a offrirle tutte le attenzioni di cui hanno bisogno.

Inoltre, proprio grazie a questo loro carattere così amichevole e mansueto, le Moroseta sono molto adatte ad interagire con i bambini e sono facilmente addomesticabili. Sono galline veramente straordinarie, caratterizzate da una bellezza seducente e appariscente.

Per tutte queste loro qualità, le Moroseta sono anche una delle razze avicole più idonee e utilizzate per fare pet therapy con le galline.